Gigi Sabani

Gigi Sabani

gigi-sabaniGigi Sabani (1952-2007) è uno dei volti più popolari del mondo dello spettacolo italiano. L’imitatore e presentatore romano si fa conoscere al grande pubblico alla versione radiofonica di “La Corrida”. Il perspicace Luigi già è noto nel suo quartiere all’età di cinque anni perché imita alla perfezione la circolare rossa della Prenestina. Da giovanissimo i suoi pezzi forti sono Claudio Baglioni, Mino Reitano e Gianni Morandi. Dopo tanta gavetta nelle televisioni locali di Roma e dintorni, Sabani buca lo schermo di mamma Rai nel 1979. La passerella dei suoi personaggi ha fatto sorridere milioni di italiani in molti programmi come “Domenica In”, “Fantastico”, “Piacere Rai Uno” e “Re per una notte”. Si trasforma in presentatore prediletto dalle casalinghe italiane nella conduzione di “Ok il prezzo è giusto”, il programma cult di Italia 1. Da imitatore a conduttore.

 

UNA FACCIA SIMPATICA – Era stato “un debuttante allo sbaraglio” e poi ha ereditato dal grande Alighiero Noschese lo scettro dei re degli imitatori. Quando si pensa al mondo dell’intrattenimento, ci viene in mente subito Gigi Sabani. Una faccia simpatica, un savoir-faire unico che riesce a conquistarti appena lo conosci. Io l’ho incontrato nel 1991, al termine della trasmissione “Piacere Raiuno”. Mi ha colpito la sua cordialità, la sua maniera di essere sempre cortese verso chi gli stava attorno. “Questo è un mestiere duro – mi disse – perché devi sempre far sorridere gli altri, anche quando la vita non te lo consente”. Sabani è riuscito a cavalcare gli anni ottanta e novanta mantenendo sempre a livelli alti la professionalità. E’ riuscito ad adattarsi brillantemente ai ritmi e ai tempi della televisione di quegli anni. Resta per le nuove generazioni un punto di riferimento. Chi lavora in televisione oggi non può che ricordare coloro che hanno fatto parte assieme a Gigi Sabani di quella scuderia artistica. Lì dove l’arte si alimentava della passione per il pubblico, nell’ultimo bagliore della televisione generalista.

freccia_indietro

Pipolo.it
Pipolo.it

Leave a Comment