I Simpson

I Simpson

i-simpsonIn oltre 400 puntate dal 1987 a oggi, i Simpson sono la sit-com animata più amata del piccolo schermo. Il 17 dicembre 1989 la serie è promossa nella fascia delle 20. In 11 serie, la famiglia media americana viene radiografata e beffeggiata con i suoi tic, i suoi sogni, la sua immersione nella quotidianità. La dose calibrata di originalità ed umorismo, porta il cartoon creato da Matt Groening nella top ten dei programmi più seguiti della storia della televisione. La consacrazione avviene nel 1999, quando la rivista inglese TIME nomina The Simpsons il miglior show televisivo del XX secolo. La famiglia Simpson vive nella città immaginaria di Springfield. Homer, il capofamiglia, lavora come ispettore alla sicurezza nella centrale nucleare ed è il classico nullafacente incontinente ed idiota. Marge è la madre amorosa che cerca di mantenere la tranquillità nella famiglia. Bart è invece l’agitato e disubbidiente primogenito. Lisa è l’intelligente e filosofica bambina che suona il sassofono. Maggie è infine la baby che succhia il suo ciucciotto. Giorno dopo giorno la vita dei Simpson si affianca a quella nostra. Adesso sono anche al cinema con The Simpson – Il Film. Ecco, ve li presentiamo uno ad uno.

 

BART – Ha dieci anni e frequenta la IV elementare. E’ un ragazzo ribelle pestifero e menefreghista. Bart non ama molto la scuola anzi, insieme ad altri ragazzi, fa parte della lista nera del direttore Skinner. Qualche spione di Springfield, la città in cui vive, giura di averlo visto scrivere con le bombolette sui muri e firmarsi “EL BARTO”. Secondo il “SIMPSON FAN CALENDAR” del ’93 sarebbe nato il 17 dicembre del ’79. A Bart piace fare dispetti, atti di vandalismo e scherzi a quella “ciuccellona” di sua sorella Lisa. Il suo complice e’ Milhouse, i suoi idoli sono Krusty il Clown, l’Uomo Radioattivo e il tre volte campione di “Formula Carrettino” Ronnie Beck. Il passatempo preferito di Bart è andare in skate. Più che un passatempo, in futuro potrebbe essere una professione: infatti ha vocazioni da “Spericolato”. Leggendarie sono le sue frasi di punizione alla lavagna e le sue esclamazioni italianizzate : “Ciucciati il calzino!” (in inglese: “Eat my shorts”) e “Non farti infartare” (in inglese: ” Don’t have a cow! ” ). La voce americana è di Nancy Cartwright quella italiana invece di Ilaria Stagni.

 

HOMER – l capofamiglia, lavora come ispettore alla sicurezza alla SNPP (SPRINGFIELD NUCLEAR POWER PLANT) cioè la centrale nucleare di Sprinfield (se avete avuto bisogno della traduzione per capirlo c’è un po’ di Homer in voi) di cui il proprietario è Mister Burns. Homer ha 38 anni come asserito nell’episodio:”Homer toro scatenato” ed è nato nel North Carolina il 10 maggio del ’55. Egli è l’esempio del tipico americano medio, è sposato con Marge ed ha tre figli. Le sue passioni sono la birra Duff, il bowling e il baseball. Homer ha dei leggeri problemi di obesità ed e’ in costante rivalità con il nemico/vicino Ned Flanders. Da antologia i suoi dialoghi con il cervello e i tentativi di soffocamento di Bart. MI-TI-CO! Peso: Il suo dai 108 ai 118 kg. Il suo numero di polizza sanitaria:568-47-0008 La voce americana è di Dan Castellaneta, quella italiana di Tonino Accola.

 

MARGE – Marge Simpson è nata a Bouvier ed è la moglie di Homer.
Ha 34 anni, tre figli, una pettinatura eccessiva e fa la casalinga; di solito però la troviamo intenta in piccoli lavoretti, come vendere biscotti alle bancarelle, per far quadrare il bilancio familiare o per far fronte a spese impreviste. Ciò che di lei balza subito all’occhio è la particolare acconciatura: una rigida permanente blu nella quale può nascondere ogni cosa. Ha il 47 di scarpe, ma dorme nuda e cucina pietanze con otto spezie diverse. Il suo ruolo di mamma la impegna moltissimo, considerata anche la particolare natura dei suoi marmocchi.
Il suo nome da signorina è uguale alla sua città di origine: Bouvier.
La sua voce roca alla Cocciante è interpretata in America da Julie Kavner, in Italia da Liù Bosisio.

 

LISA – E’ una studentessa modello e il suo hobby è suonare il saxofono. Intellettuale del gruppo, in famiglia Lisa è il punto di riferimento per qualsiasi problema. Adora leggere e la sua scrittrice preferita è Virgina Woolf. Questa simpatica bambina incarna la creatività in una persona. La prima parola che ha pronunciato è stata il nome del fratello: “Bart”, un vero incubo per lei. Della famiglia è il centro morale ed intellettuale. Chiamata spesso secchiona dai compagni di scuola e anche dal fratello Bart si è definita “La bambina più triste della II elementare”. Lisa combatte strenuamente per i suoi ideali e a volte, così facendo, si attira le antipatie altrui. La sua anima gemella , peraltro mai corrisposta e’ il mitico Milhouse.

 

MAGGIE – Il suo valore commerciale è di 847,6 $, scoperto dopo averla fatto passare sul rilevatore dei codici a barre al supermercato. Era il costo per il mantenimento di un bambino secondo un indagine americana. Apparentemente estranea alle dinamiche familiari, in realtà la bambina vede tutto, ascolta tutto e capisce ogni genere di cosa. Meggie cammina per la casa e cade spesso a terra, così le capita anche di bere dalla ciotola del cane piccolo aiutante di Babbo Natale. Maggie Simpson ha solo un anno e la sua grande passione è quella di succhiare il ciuccio. La sua prima parola è stata “Daddy” cioè papà. La sua nascita è documentata nella puntata: “E con Maggie son tre”:La piccola è nata, creando molti problemi economici, quando Homer, dopo essersi licenziato dalla centrale, è andato a lavorare nella sala del bowling. Ma la sua scappatella è stata di breve durata poiché il pelato simpsoniano è tornato alla centrale nucleare.

 

L’AUTORE – Nato il 15 Febbraio 1954 a Portland (Oregon), Matt Groening comincia la sua carriera di “scarabocchiatore” di disegni molto presto (in pratica nel suo primo giorno di scuola). Ha fatto la storia della televisione creando la prima, e adesso la più lunga serie animata americana di prima serata rivolta principalmente ad un pubblico adulto. Groening ha realizzato alcuni lavori molto interessanti prima di avere successo come disegnatore: ha lavorato in un impianto di trattamento delle acque di scolo e come autista per un anziano regista cinematografico. In seguito è stato ghostwriter sulle memorie del vecchio regista. L’8 settembre 1986, inventa e diventa produttore esecutivo della serie “The Simpson”, che e’ in pratica la sua prima esperienza da animatore. Sulla scia del loro successo, Groening fonda il “Bongo Comics Group”, con cui pubblica quattro raccolte di fumetti (“Simpson Comics”, “Radioactive Man”, “Bartman”, “Itchy and Scratchy Comics”) e due speciali (“Lisa Comics” e “Krusty Comics”).

freccia_indietro

Pipolo.it
Pipolo.it

Leave a Comment