La famiglia Addams

La famiglia Addams

addams2580

Ci sono motivetti che continuano a ronzarti nella mente perché rievocano qualcosa. Ci sono motivetti che fuggono e ritornano, soprattutto se poi diventano la chiave per entrare nella famiglia più “dark” della storia del piccolo schermo. Provate a ritmare schioccando le dita un buffo ritornello firmato da Vic Mizzy, che fa pressappoco così: “They’re creepy and they’re kooky, mysterious and spooky, they’re altogether ooky”. Siate pur certi che siete arrivati a destinazione. Dove? Nella casa degli Addams, uno dei nuclei più bizzarri che la televisione statunitense abbia mai tirato fuori. Trasmesso per la prima volta dal 18 settembre 1964 all’8 aprile 1966 dalla rete americana ABC, il telefilm in bianco e nero La famiglia Addams  non impiega tanto a diventare un cult, per il modo originale in cui viene raccontato e ridicolizzato “l’American Way of Life”. I telespettatori italiani possono vedere i 64 episodi della serie a partire dal 17 aprile 1966 ogni domenica alle 22.20 sul secondo canale. 

 

STILE DARK – Gli Addams vivono felicemente in un castello tetro con vista panoramica su un cimitero, al numero civico 000 di Cemetery Lane. A fare da padroni di casa ci sono una coppia esemplare: lo spiritoso Gomez con l’inseparabile sigaro in bocca (John Astin) e la moglie Morticia (Carolyn Jones), convinti di essere a capo di una tipica famiglia yankee nonostante tra gli altri membri ci siano i figli pestiferi Mercoledì (Lisa Loring) e il paffuto Pugsley (Ken Weatherwax), i bizzarri zio Fester (Jackie Coogan) e nonna Ester (Blossom Rock). Se poi al nucleo famigliare, ci aggiungiamo il mostruoso maggiordomo Lurch (Ted Cassidy), l’amorfo cugino Itt (Felix Silla), e Mano (Ted Cassidy), una mano bizzarra che esce da una scatola, siamo un po’ sopra le righe e la normalità non è poi così di casa. Gli Addams, di fatto, sono molto ospitali tanto che se andate a farli visita non vi negheranno mai una mezza giornata in loro compagnia. Tuttavia, potreste cambiare idea se gettando uno sguardo nel salone di casa, vi imbatterete in un mastodontico orso bianco imbalsamato. Se vi soffermate poi sulle loro abitudini, capirete che non sono proprio così comuni: mentre nel giardino d’inverno Morticia coltiva piante carnivore, i figli giocano con gli esplosivi; nell’acquario ci sono solo piraña e Zio Fester passerebbe notti insonni se lo privassero del suo “comodo” letto di chiodi.

 

SOTTOSOPRA GLI SCHEMI – Ispirato ai personaggi del mondo del fumetto creati da Charles Addams per la rivista “The New Yorker”, il celeberrimo telefilm creato da David Levy rimane dopo quarant’anni ancora un piccolo capolavoro dello humor nero, che ci fa rimpiangere i tempi in cui le produzioni televisive erano capaci di colpire nel segno. Gli Addams mettono sottosopra gli schemi piccolo borghesi della famiglia americana, lasciandoci intuire che, nella libertà e nella diversità di condurre la proprio quotidianità, si può riscoprire un modo di vivere più consono al proprio essere. La famiglia di Gomez e Morticia vive davvero una vita felice, nel rispetto dei singoli membri e di quelle tradizioni che non soffocano il loro legame. I vicini scappano perché credono che “l’horror” vige nella casa di questa strampalata famiglia, senza capire invece che “l’orrore” è nascosto sotto i loro cappotti, nelle loro casette ben fatte e nella loro ostinazione a programmare una vita noiosa. Gli Addams invece sono creativi ed originali, persino quando lo zio Fester si diverte a fare esperimenti con i suoi ordigni nucleari o Gomez si lascia trascinare dal “tango” e, afferrando tra le braccia con passione l’amata Morticia, rincorre un fremito di liberazione, negato alla gerarchizzata società yankee degli anni sessanta. A dispetto degli altri, gli Addams vivono accanto ad un cimitero, perché hanno capito che “i morti non fanno paura” ed i vivi sono più pericolosi di quanto si possa immaginare, soprattutto se sono avvinghiati in uno status sociale sviluppatosi all’ombra di formalismi e ipocrisie.

 

CARTOON E CINEMA – A seguito del successo televisivo, sono state realizzate negli anni novanta due versioni cinematografiche e una serie di cartoni animati firmati da Hanna-Barbera. Il 30 ottobre 1977, l’americana NBC ha mandato in onda il film-tv a colori “Halloween con la famiglia Addams”, che ha visto riuniti sul piccolo schermo i protagonisti di uno dei serial più amati di tutti i tempi. Degli interpreti sono scomparsi Rock Blossom (nonna Ester) alla veneranda età di 82 anni il 14 gennaio 1978; prematuramente Ted Cassidy (Lurch) il 16 gennaio 1979; l’indimenticabile Carolyn Jones (Morticia) il 3 agosto 1983 ; e Jackie Coogan (zio Fester) il 1 marzo 1984. Da segnalare una curiosità per gli appassionati: l’attore che interpreta zio Fester è “l’enfant prodige” del cinema muto, ovvero il bambino protagonista del film “Il Monello” di Charlie Chaplin. Chi lo avrebbe mai detto…

 

ELENCO DEGLI EPISODI – 1. L’amico drago; 2. Pugsley e il cucciolo; 3. Il romanzo di Fester; 4. Gomez il politicante; 5. L’albero genealogico degli Addams; 6. Morticia diventa femminista; 7. La festa di Ognissanti; 8. Gomez dagli occhi verdi; 9. I nuovi vicini degli Addams; 10. Mercoledì se ne va di casa; 11. Gli Addams alle prese coi VIP; 12. Morticia la sensale; 13. Lurch il gaucho; 14. Gli Addams e l’arte; 15. Gli Addams alle prese con un beatnick; 16. Gli Addams alle prese con la spia; 17. Mamma Lurch visita gli Addams; 18. La malattia dello Zio Fester; 19. Le esibizioni della famiglia Addams; 20. Il Cugino Itt va a trovare gli Addams; 21. La famiglia Addams in tribunale; 22. Amnesia nella famiglia Addams; 23. La mano è scomparsa; 24. Crisi nella famiglia Addams; 25. Lurch e il clavicembalo; 26. Morticia manda avanti la baracca; 27. La famiglia Addams e gli uomini dello spazio; 28. Mio figlio scimpanzé; 29. La beneficenza preferita di Morticia; 30. Il progresso e la famiglia Addams; 31. Il parrucchino di Zio Fester; 32. Il Cugino Itt…; 33. Lurch, l’idolo degli adolescenti; 34. La vittoria di Morticia; 35. Il caro Itt; 36. Il romanzo di Morticia – Prima parte; 37. Il romanzo di Morticia – Seconda parte; 38. Morticia alle prese con Sua Altezza; 39. Gomez, la scelta della gente; 40. Il problema del Cugino Itt; 41. Festa d’Ognissanti in casa Addams; 42. Morticia la scrittrice; 43.Morticia fa la scultrice; 44. Gomez, innamorato restio; 45. Feudo nella famiglia Addams; 46. Gomez scassinatore; 47. Ritratto di Gomez; 48. Il dilemma di Morticia; 49. Natale con la famiglia Addams; 50. Lo Zio Fester, il magnate; 51. Morticia e Gomez contro Fester e Mama; 52. Fester si mette a dieta; 53. La grande caccia al tesoro; 54. Ofelia ha un’avventura; 55. Uno stipendio per Pugsley; 56. Tanti auguri, Nonna Frumy; 57. Morticia arredatrice; 58. Ofelia fa visita a Morticia; 59. Addams trenta e lode; 60. Gatto Addams; 61. Il piccolo aiutante di Lurch; 62. La polizza degli Addams; 63. La grande avventura di Lurch; 64. La carriera di Ofelia.

freccia_indietro

Pipolo.it
Pipolo.it

One thought on “La famiglia Addams

domingoPosted on  7:18 pm - Giu 16, 2009

secondo me la famiglia addams e la famiglia piu pazza e “pericolosa” del mondo e x pericolosa dico granate ma il mio idolo e fester

Leave a Comment