Stanlio e Ollio, Laurel e Hardy

Stanlio e Ollio, Laurel e Hardy

staneollCostituiscono sicuramente la coppia comica più amata del XX secolo. Parliamo di Stan Laurel e Oliver Hardy, nel nostro paese conosciuti con i nomi di Stanlio e Ollio, doppiati in Italia dal 1935 dalle celebri voci di Mauro Zambuto e Alberto Sordi. Un sodalizio proficuo durato 25 anni che ha fatto incassare alla macchina industriale hollywoodiana migliaia di dollari. Il primo, Stan Laurel (1890 -1965) , è magro e minuto, è un inglese doc ed entra nel mondo dello spettacolo grazie al padre Arthur, abile attore ed impresario. Il secondo, Oliver Hardy (1892 -1957), è robusto e paffuto (nel 1954 il suo peso tocca il record di 150 chili!), è un americano purosangue che dal teatro passa al cinema, non perdendo mai di vista il suo mito: Charlie Chaplin.

 

L’INCONTRO – L’anno fatidico è il 1926. Il produttore cinematografico Hal Roach aveva affidato a Laurel la regia del film “Amale e piangi”, in cui aveva una parte Hardy. I due si conoscono sul set, e Roach che ha un grande intuito capisce che quei due attori messi assieme sono davvero una bomba esplosiva. Di fatto, sotto la sua ala protettiva, realizzeranno 89 film, di cui 30 cortometraggi muti, 43 cortometraggi sonori e 16 lungometraggi sonori. Il mito della premiata ditta Laurel & Hardy comincia nel 1927 con il cortometraggio muto “Putting Pants on Philip”, dove la coppia sperimenta per la prima volta quella che resterà la loro fisionomia: “magro, pasticcione, e piagnucoloso” il primo; “ciccione dai modi affettati”, il secondo. Nonostante i caratteri siano ancora in fase evolutiva, i due attori li mettono appunto ben presto nel loro micro-universo di mogli isteriche, automobili distrutte, torte in faccia, inseguimenti frenetici, sullo sfondo di un’America che stentava a uscire dal crollo economico del 1929. I partner da ricordare restano Edgar Kennedy, Tiny Sandford, James Finlayson, e tra le moglie bisbetiche si alternarono Viola Richard, Daphne Pollard e Mae Busch.

 

VITE PRIVATE – Per quanto riguarda la vita privata, Stan Laurel ebbe cinque mogli ma fu sposato otto volte. Della vita matrimoniale di Oliver Hardy si sa molto poco, anche se tutti sanno che amava la vita mondana, scommetteva alle corse dei cavalli e giocava a golf. Aveva molta fiducia nel suo compagno di lavoro, tanto che quando qualcuno sul set gli chiedeva su una decisione da prendere, la risposta era “Chiedi a Stan, quello che decide lui per me va bene”. A lui si deve la geniale invenzione del “Tie-Twiddle”, lo sfarfalleggiamento della cravatta, usato per caso nella pellicola “Perché le ragazze amano i marinai” (1927). Tuttavia, il suo tratto distintivo resta lo sguardo in camera, che sottolinea la sua superiorità rispetto a Stan, che vuole guidare e comandare con affetto paterno. Ollio vuole sempre essere in prima linea, rappresentare la coppia nelle relazioni sociali, imporre le soluzioni che hanno effetti comici davanti alla stupidità di entrambi. Stan risponde grattandosi il capo, cercando di dare una risposta tagliente che alla fine sprofonda nella goffaggine.

 

SORDI E IL DOPPIAGGIO – In Italia, la celebre coppia cinematografica è entrata nell’immaginario collettivo grazie al doppiaggio di Sordi e Zambuto. Rispetto ai doppiatori che li avevano preceduti, Alberto Sordi trasforma la voce di Hardy in “basso”, mentre Mauro Zambuto caratterizza Stan con una vocina di testa, che diventa falsetto nei momenti del gridato o del pianto. A 75 anni dall’uscita del loro primo film sonoro, non li abbiamo dimenticati. Ci restano le loro gag su chilometri di celluloide, che rincorrono la memoria tra risate e riflessioni, in un pezzo del novecento che è già diventato leggenda. Film indimenticabili come “I due legionari”, “Il compagno B”, “Fra’ Diavolo” o “I figli del deserto” restano intoccabili classici della comicità, lontani dalla volgarità del nostro tempo. Negli Stati Uniti è appena uscita la “Laurel & Hardy Collection”, una preziosa collezione di 10 DVD che raccoglie la loro filmografia con alcune chicche inedite.  Vale ancora come epitaffio alla loro storia, quello che il regista Dick Van Dyke ha detto nel 1965 al funerale di Laurel: “Stan e Ollie sono morti sfidandosi, hanno sorriso con un gesto accigliato, e hanno rifiutato di essere afflitti.”

 

FILMOGRAFIA ESSENZIALE – Perché le ragazze amano i marinai (1927); Con amore e fischi (1927); Come mi pento (1927); Marinai in guardia!(1927); I 2 galeotti (1927); Una famiglia di matti (1927); Giù i cappelli (1927); I detective pensano? (1927); Infilate i pantaloni a Filippo (1927); La battaglia del secolo (1927); Lasciali ridendo (1928); Flying elephants (1928); The Finishing Touch (1928); Pranzo di gala. I camerieri (1928); Musica classica (1928); Una bella serata (1928); Should Married Men Go Home? (1928); Le ore piccole (1928); Marinai a terra (1928); Habeas Corpus (1928); Noi sbagliamo (1928); Libertà (1929); Blueboy, un cavallo per un quadro (1929); Ecco mia moglie (1929); Uomini D’Affari (1929); Agli ordini di sua altezza (1929); Squadra sequestri (1929); La capra Penelope (1929); Non abituati come siamo (1929); Concerto di violoncello (1929); I due ammiragli (1929); Tempo di pic-nic (1929); L’esplosione (1929); Lavori forzati (1929); La grande festa (1929); I ladroni (1930); La sbornia (1930); I monelli (1930); Sotto zero (1930); The Rogue Songs (1930); Un marito servizievole (1930); L’eredità. Gli eredi di James Bond (1930); Un nuovo imbroglio (1930); La bugia (1931); Donne e guai (1931); I gioielli rubati (1931); Non c’è niente da ridere (1931); Muraglie (1931); Un salvataggio pericoloso (1931); Andiamo a lavorare (1931); I due legionari (1931); On the Loose (1931); Tutto in ordine (1932); Pugno di ferro (1932); La scala musicale (1932); Il circo è fallito. Lo scimpanzé (1932); Ospedale di Contea (1932); Ospiti inattesi (1932); Il compagno B (1932); Un’idea geniale (1932); Buona vacanza (1932); Lui e l’altro. Allegri playboy (1933); Frà diavolo (1933); Il regalo di nozze (1933); La ronda di mezzanotte (1933); Lavori in corso (1933); Attenti al clic (1933); Alchimia (1933); I figli del deserto (1933); Annuncio matrimoniale (1934); La grande festa (1934); Andando a spasso (1934); Vita in campagna (1934); Nel paese delle meraviglie (1934); Il fantasma stregato (1934); Questione d’onore (1935); Gelosia (1935); Fratelli di sangue (1935); Gli allegri eroi (1935); La ragazza di Boemia (1936); On the Wrong Treck (1936); I nostri parenti (1936); Fanciulli del West (1937); Pick a Star (1937); Avventura a Vallechiara (1938); Teste dure (1938); I diavoli volanti (1939); Noi siamo le colonne (1940) C’era una volta un piccolo naviglio (1940); Ciao amici (1941); Sim sala bim (1942); The Tree in a Test Tube (1943); Il nemico ci ascolta (1943); Allegri imbroglioni (1943); Maestri di ballo (1943); Il grande frastuono (1944); Sempre nei guai (1945) I toreador. Gli allegri imbroglioni (1945); Atollo K (1951).

freccia_indietro

Pipolo.it
Pipolo.it

Leave a Comment