The Nightmare Before Christmas

The Nightmare Before Christmas

nightmare_before_chE’ possibile che la festa che ci rende tutti buoni possa incontrare l’horror? Non è mai capitato prima che il Natale con le sue atmosfere magiche aprisse le porte alla Notte delle Streghe, ad Halloween. Un’idea così bizzarra poteva venire in mente soltanto ad un creativo del nostro cinema: Tim Burton. Sì, perché il film d’animazione Tim Burton’s The Nightmare Before Christmas è un gioiello per questo motivo. Non solo per come viene gestita l’animazione sotto la regia di Henry Selick, ma per il soggetto della storia. Capita qualche volta che “i cattivi siano stanchi di fare i cattivi”. Raramente nella realtà, ma più spesso nelle fantasticherie dell’immaginazione.

 

BEFORE CHRISTMAS – Il nostro protagonista, il principe di Halloween John Skeletron, non ne può proprio più di spaventare i bambini e così si affaccia nel regno supremo di Santa Claus. Trova uno stratagemma per sostituirsi a Babbo Natale e se ne va in giro a distribuire doni onirici ai bambini. Le cose non vanno per il verso giusto e Skeletron potrebbe trovarsi nel bel mezzo di una tempesta. A salvarlo è la fedele bambola di pezza Sally, innamorata di lui, pronta a valutare il prezzo del sacrificio.

 

TIM BURTON’S NIGHTMARE – Piccolo capolavoro che non fu capito del tutto nel 1993, The Nightmare Before Christmas è fatto con una vecchia tecnica d’animazione. Alla stop-motion che fissa e fa muovere i personaggi/pupazzi in un modo preciso si affiancano i trucchi computerizzati, rendendo il prodotto cinematografico un flirt visivo tra passato e futuro. Nonostante non sia annoverato nella filmografia del regista californiano, questo film è ispirato ad un libro per bambini, scritto e illustrato durante gli anni di permanenza alla Disney. La radice gotica e visionaria di Burton già campeggiava nel suo corto mai distribuito Frankenweenie (1984) e nella commedia soprannaturale Beetlejuice (1988).

 

IL RISCATTO DEL DIVERSO – Tuttavia, è proprio The Nightmare Before Christmas il film più autobiografico e personale, nonostante il soggettista giochi a nascondersi dietro pupazzi in movimento.Alla base dell’idea della pellicola prevale sempre la voglia di un riscatto per “il diverso”. Skeletron e la sua innamorata Sally sono i due diversi, coloro che nel luccichio del Natale troveranno un barlume di felicità, lontano dai sotterranei onirici a cui il destino li aveva condannati.

 

CURIOSITA’ – Nell’edizione italiana la voce di Skeletron è di Renato Zero. Dal 2003 è scattata la caccia ai gadget e al merchandising del film, che ha fruttato a Burton milioni di dollari. Nell’ottobre del 2006, negli USA è stata presentata una versione in 3d. Il mercato musicale è stato invaso da un cd, in cui le tracce della colonna sonora erano ricantate da star come Marylin Manson. Splendido è il main-theme “This is Halloween”, cantato in stile punk.

freccia_indietro

Pipolo.it
Pipolo.it

Leave a Comment